Archivi del mese: novembre 2003

RISPOSTE…….

….al mio post più commentato…chi avrebbe detto che le mutande tiravano tanto??
Cominciamo dal dilemma esistenziale dell’anonimo…MURATORE o CONTADINO? 8 aproposito qualcuno sa quale sia il femminile di muratore?).Ebbene attualmente sono una dura donna dei campi…domani chissà,anche se oggi ho fatto la signora di campagna.La mia adorata metà si è offerto come stalliere e ha preparato lui i cavalli,oltre a pulire lui le stalle…insomma io la domenica improvvisamenet divento un delicato giglio 🙂 e poi ho trotterellaato attraverso le mie e altrui proprietà.Comunque quando non mi dedico alla coltura di corylus avellanae non disdegno di trasformarmi con un colpo di bacchetta magica in regina della betoniera o a far fuori il BLACKOUT di turno (o a provocarlo…..)
Ed ora AFTERSHAVE…ahime sembrerò pure una ragazzina sfacciata,ma…..solo nello scrivere magari!! Le mie prossime primavere saranno …..sono incerta se tenerti sulla curiosità visto quellla che hai creata con Vanity…cmq sono ben 47 (chissà le altre stagioni dove sono finite!! magari potrei approffittarne e contando le primavere dovrei avere attorno ai 12 anni …comunque lascio il tutto nelle mani di Haffner …lo nomino mia calcolatrice personale!)Diciamo che sono ….giovane nello spirito (frase detta esclusivamente a mo di scarsa consolazione dagli over.anta)
Per Haffner…caro amico mi hai messo in crisi…che la mia media ponderata dia risultati non indicativi? Io la campionatura l’ho tratta dal mio cassetto della biancheria,non sono certo arrivata a una campionatura cosi vasta.
E veniamo all’idea di aprire un negozio di lingerie con NOTI e AFTERSHAVE….che ne dite? potremmo metterci in sovietà…la boutique della mutanda on-line…oppure potremmo pubblicare uno studio comparato sul significato recondito del tipo di mutanda indossato…dimmi che mutanda indossi e ti dirò chi sei…
Ed ora la cosa più importante…mutanda si o mutanda no? Da un’attenta analisi e sperimentazione sento di affermare un certo sì se si indossano dei jeans…le cuciture irritano. Ed anche se si indossa una gonna del tipo di quelle che mi passa mia figlia nel suo turn over frenetico nell’armadio,l’assenza di tale indumento potrebbe creare situazioni imbarazzanti e dubbi amletici sul come diavolo mettere le gambe sedendosi.Per quanto riguarda gli uomini non ho una sperimentazione diretta che possa darmi elementi valutativi .Cmq farò leggere i commenti al mio amato bene per sbattergli in faccia un…vedi che non solo io ma anche le PALOMELLE ROSSE?Almeno non mi dirà più …e se ti succedesse qualcosa cosa penserebbero? anche se nn ho mai capito chi …quanto ad ARCOBALENO (lo preferisco si….in fondo l’ho inventato io no?)ebbene in parte è vero…sono una tirchiaccia,e poi una distratta e poi…mi ci trovo bene.
Ed infine tutto questo profumo di tartufo che ha aleggiato….quest’anno non ne ho assaggiato tanto pochi se ne trovano…e pensare che lo scorso anno regalavo una parte di quelli che regalavano a me i miei amici trifolau perchè non sapevo più dove metterne!!Invece adesso non dispregerei un bel piatto di tajarin con una bella grattata sopra e una bottiglia di nebbiolo….

Dopo boxer e slip…perizoma

Il post di risposta a MUTANDE di Noti(post di indubbio successo) da parte di AZIONEUOMO(è un aftershave??) e lo scambio di un paio di commenti col suddetto,mi hanno posto un interrogativo,che mi ha fatto rispolverare geometria e proporzioni.Prima che qualcuno si ponga un altro interrogativo,ossia….ma questa non ha niente altro da fare?…questo dilettarmi in disquisizioni sull’intimo è dovuto alle condizioni climatico-metereologiche…Che ci volete fare? quando piove i muratori non gettano e i contadini non zappano!Comunque tutto è nato da un’affermazione dell’aftershave circa l’indifferenza tra un tanga e i mutandoni di lana.Ciò quando ,visti i suoi due post MUTANDINE e MUTANDINE2 ,li ho aperti speranzosa mi illuminassero sull’annoso quesito? che biancheria indosso? e pensare che quando ci se lo chiede generalmente è per toglierla :-)Ma non divaghiamo….Dunque,ho preso un perizoma.Trattandosi in pratica di un triangolo non ho dovuto sforzarmi molto per ricordare che Area=basexaltezza2, il che ci porta a circa 80 cmq.Dopodichè ho proceduto alla pesatura con la bilancia per le dosi delle torte…10 gr.Lasciamo perdere il mercato…3 slip x 10 euro…l’altro giorno guardando le vetrine in un negozio di lingerie (in francese fa piu fine) un perizoma 60 euro. Fate le proporzioni e scoprirete che un perizoma al mq costa 600 euro e al kg 6000 euro.E poi dicono che quest’anno il tartufo è caro!!!!!!

AFORISMA DEL VENERDI’

La vita non é altro che un brutto quarto d’ora, composto da momenti squisiti.
O.Wilde

LA SETTIMA GOCCIA (parte quinta)

Ormai attendevo solo che giungesse la sesta goccia, goccia della vita
che avrei iniziato a vivere nel segno di una saggezza e libertà infinita!
Il mio colore può apparire triste: a volte sono il cielo della sera
ma dono le mie tinte volentieri al primo fiore della primavera!
E primavera per te voglio che sia l’insegnamento che ti saprò dare
perché d’ora in avanti, lo sai bene, non ti sarà concesso di sbagliare.
Ti avverto che alla fine del Sentiero per te non ci sarà una ricompensa
perché la vita ti può offrire tutto ma certe cose no, non le dispensa.

All’Indaco si sovrappose il viola,l’azzurro il verde, il giallo e l’arancione;
e infine il rosso. Ora le sette gocce rano una goccia sola
Tu solo sei, tu solo sei ed esisti in questa come in altre dimensioni.
Adesso il frutto è pronto e può lasciare i gusci delle sue maturazioni
.:prima che il Cuore possa dissetarsi all’unica, eterna Fonte di Sapienza,
l’occhio dovrà discernere i colori dei sette stadi della conoscenza…
…ed avanzando nell’evoluzione la goccia d’acqua tornerà alla fonte,
ogni colore sfumerà nel bianco, tutti i sentieri porteranno al monte.
Le Sette Gocce mi presero per mano e insieme c’innalzammo verso il sole

ESULTATE GENTE….ESULTATE…. E’ FINITA!!!!!!!!!

LA SETTIMA GOCCIA (parte quarta)

Sono la Goccia Verde ed il mio posto è proprio al centro dell’arcobaleno,
perché separo ciò che ti rattrista da tutto ciò che porterà il sereno.
Ora che già conosci quei segreti del corpo, della mente e del sapere
puoi spingerti più in là per afferrare ciò che hai già dentro ma non sai di avere!
Ti avverto che il cammino sarà duro perché finora abbiamo valutato
solo il rovescio della tua medaglia, della quale conosci solo un lato.
Ma d’ora in poi non posso più basarmi sul confrontare il falso con il vero;
dovrai pertanto uccidere la mente, fermare per un attimo il pensiero!
Se riesci a star tranquilla e rilassata,se chiudi in un cassetto ogni emozione,
potrai riuscire a far della tua mente un bravo servo e non il tuo padrone!
Guarda dentro te stessa, ad occhi chiusi, senza cercare niente di preciso
;Fa’ in modo che non alteri il tuo volto l’ombra di un pianto o il lampo di un sorriso.
Non è parola: sono sensazioni che eludono il controllo dei tuoi sensi.
É la voce che parla mentre ascolti, ma non pensi.
Ti guiderà svelandoti i segreti di tutto ciò che hai ancora da imparare;
ricordati di non pensare a nientepur rimanendo in quiete, ad aspettare.
La goccia verde se ne andò in silenzio per non turbare quello sublime stato
in cui mi aveva posto la sua voce:l’anima desta, il corpo addormentato!

La goccia azzurra si posò al mio fianco mentre ero ancora immersa nel torpore
. Mi sussurrò all’orecchio: “Non svegliarti!Ora ti parlerò del vero amore!”
Tu stessa hai conosciuto già il diamante che tutti sono ansiosi di mostrare
credendo che l’amore sia ricchezza,sia un prezioso gioiello da indossare …
L’amore è molto più del desiderio di dare se sei certo di ottenere;
non è qualcosa che puoi barattare in cambio di un momento di piacere!
Dunque, se veramente vuoi provare quella che è molto più di un’emozione,
lascia che si sprigioni dal tuo cuore la quintessenza di ogni sensazione.
.Ti accorgerai di averlo conosciuto provando quel malessere interiore
che invade ogni discepolo che inizi a percepire il buio del dolore.
Tu dunque credi ancora in un amore sinonimo del senso del piacere?
L’Amore vero è invece sofferenza per ciò che finalmente puoi vedere.
La goccia azzurra volle farmi dono di un monito sul quale meditare:
“L’amore vero è amore che non chiede niente se non sa di dare!”

FORZA RESISTETE::::CHE E’ QUASI FINITA!!!

LA SETTIMA GOCCIA (parte terza)

La goccia gialla mi invitò a cercare la verità ben oltre l’apparenza.
La sua saggezza ricamò una fiaba che fece breccia nella mia coscienza
.C’era una volta un umile castello dove l’oblio regnava incontrastato
poiché il re, la regina e i servitori si rassegnavano a subire il fato.
Armato di cavallo, scudo e lancia giunse alla corte un nobile guerriero
che cominciò a narrare le sue gesta sì convincente da sembrar sincero.
Parlò di mostri, oltre la collina,di draghi con le bocche fiammeggianti;
parlò di interi regni devastati in cui eran morti tutti gli abitanti.
Il re fece innalzare barricate per fronteggiare quel nemico strano,
che non si era mai visto da vicino né tantomeno scorto da lontano.
La vita proseguì più lentamente in quel reame avvolto nel terrore:
nessuno immaginava che il guerriero rappresentasse il frutto dell’errore!
Ma un dì il giullare, preso dal timoredi non poter dare un senso alla sua vita,
volle sfidare i mostri e si diresse solo, verso la libertà infinita!
E dietro la collina trovò boschi, fiumi, laghetti, e colli verdeggianti;
non c’eran draghi e regni devastati ma cascate di perle scintillanti!
Così creiamo in noi mille paure,ci convinciamo che non c’è rimedio;
ci rassegniamo a vivere la vita come un reame posto sotto assedio.
Ma se l’intuizione si fa strada,se è ben guidata dal tuo sé profondo,
allora d’improvviso tutto appare lieto e armonioso, come niente al mondo!
Quando ti senti triste, e accade spesso di non trovare alcuna spiegazione,
lascia che la tua mente sia guidata dal forte braccio dell’intuizione.
Non navigare il gorgo dei pensier iche portano la nave a naufragare
ma nuota sul fondale della mente,dove il vento non può agitare il mare!
La Goccia Gialla si levò nell’aria e tutto intorno illuminò l’ambiente.
Dunque ciò che credevo di sapere equivaleva a non sapere niente?

LA SETTIMA GOCCIA (parte seconda)

Quand’ecco, fui presa alla sprovvista da un nuovo movimento nella stanza:
un’altra Goccia, di colore arancio, iniziò sopra il foglio la sua danza.Sono la goccia che apre alla sapienza,ti aiuterò a forgiare il tuo pensiero
per estirpare i falsi sentimenti e coltivare un sentimento vero.
Con quale umore ti accompagni oggi?sei triste, sconsolata, o hai il cuor contento?
non dar risposta: voglio che tu sappia che l’emozione è solo un paravento!
Certo! E’ così! non esserne stupita!Vorrei farti notar lasottile differenza
che passa tra il pensiero, la tua mente,e ciò che chiamo “la tua vera essenza”.
Il tuo pensiero abita il suo mondo fatto di sensazioni tutte materiali.
Tu cerchi e invidi cose e situazioni che credi vere, eppur sono irreali.
Lo stesso corpo che ti tiene in vita serve per questa sola dimensione
ma è inutile tentare di spiegarti che anch’esso è fatto solo di illusione!
Al giungere dell’alba ti domandi se ciò che veramente stai cercando
sia il frutto di ambizione o di successo,ma quanto durerà? Già, fino a quando?
Fino a quando darà soddisfazionel’aver raggiunto quello che cercavi?
quanto dura quell’attimo fuggente in cui godi di aver ciò che bramavi?
“Ma come posso fare – mi domandi -se è questa vita che mi vive addosso?
Vorrei poter seguire i tuoi consigli ma rinunciare a tutto ciò non posso!”
Non siamo giunte qui per puro caso!Parliamo a te perché questo è il momento
di abbandonare i vecchi pregiudizi per affrontare un nuovo apprendimento.
E con un balzo verso la finestra la goccia arancio ritornò nel sole:
più che stupita dall’avvenimento ero stupita dalle sue parole!

la settima goccia

Pagine bianche. Il libro della vita acquistava ogni giorno più spessore
senza un pensiero da affidare al tempo,senza un commento, un tono di colore.
Stavo sfogliando il vuoto dei ricordi,certa di aver perduto ogni speranza,
quando un raggio di luce, all’improvviso, trafisse il buio e attraversò la stanza
.Solo un istante: il tempo di tracciare sul foglio bianco un arcoda sette gocce colorato
per dare a tutto il suo significato.

La goccia rossa scivolò sul libro e superata appena l’emozione
la vidi ricamare sopra il foglio questa preziosa raccomandazione:
prima che il cuore possa dissetarsi all’unica, eterna fonte di sapienza,
l’occhio dovrà discernere i colori dei sette stadi della conoscenza…
La vita è l’ombra lunga del passato
che ti segue per strada fin che ogni errore sia tramontato,
ma non sperare che la tua saggezza possa aiutarti a sciogliere il mistero
.Devi imparare a muoverti in un sogno come fosse vero
Nella fortuna o nel destino avverso,la vita ripropone le barriere
dove in ciò che non vedi sta il reale
,mentre ciò che ti appare più importante altro non è, se non cosa banale!
Fuggi dall’illusione della vita,da come questa appare ai nostri occhi:
poni il tuo orgoglio e tutte le ambizioni al loro giusto posto: tra i balocchi!
Prima che io venissi allo scoperto, che tu capissi ciò che sei realmente,
ti era concesso ancora di abbracciare credi forgiati ad uso del credente
ma adesso che tu sai, non rinnegare la grande verità che ti ho indicato:
vivi sapendo, e sappi che vivendo riscatterai gli errori del passato!
La Goccia rossa scomparve lentamente lasciandomi negli occhi luce riflessa:
non avrei mai pensato di scoprire in poco tempo tanto di me stessa!

LE ALTRE GOCCE…PROSSIMAMENET SE NON MI MANDATE A….

HO UN MESE

Il mio blog compie un mese.E cerco di capier chi diavolo possano essere le persone che hanno cliccato cercando avalon e letto cosa scrive,stamani quando ho guardato avevano superato i 1000 e 100030=33,33333…., che poi è un dato discutibile in quanto la maggior parte dei post che ho pubblicato è collocabile negli ultimi 10 giorni ( che volete farci,il mio tempo dedicabile al pc è inversamente proporzionae alle buone condizioni climatiche…terra bagnata non si tocca come sa ogni contadino)Se poi guardo i commenti nn sono mai post ignorati completamente,qualcuno ne ha raggiunto un buon numero.E allora vediamo un po.Ho iniziato con un po di diffidenza:A dire il vero cercando di capire come funzionasse,di vederne i meccanismi (la mia passione per la meccanica non si applica solo a ingranaggi e forcellini,ma anche alle espressioni del comportamento umano che poi molto dissimile non è e qui non me ne voglia nessuno di essere ricondotto a un meccanismo,a un programma)Inizialmente ero alquanto perplessa…curiosando qua e là ho trovato blog che guardando i diari dei primi anni di liceo di mia figlia potrei ricreare pari pari, e accettabili se blog di liceali ma se di persone un po più cresciutelle…non vorrei essere troppo caustica nel commento.Poi post intellettualoidi e usando tale termine mi distanzio da intellettuale…cultura non significa astrusità,intelligenza non significa esibizione.Tralasciamo i blog con una connotazione di gruppo,che come tali possono interessare solo ua precisa tipologia,come quelli di una squadra di pallavolo o di un movimento locale.Poi c’è la poesia,sia in versi che in prosa a tutti costi,soprattutto con un’aura erotica.Qui c’è una scelta veramenet ampia,il che in realtà dimostra che inrealtà codesti intimi ed alti sentire nn sono poi così rari (qui temo qualche antipatia di suscitarla…), per non parlare delle velleità poetiche (beh mi metto nel mucchio…ogni tanto ci cado pure io).Cmq in questo vagare qua e là mi sono accorta anche di alcuni meccanismi puramente tecnici.Se pubblichi un post,tanto più è visitato quanto più permane in post recenti…quindi l’orario di pubblicazione è importante.E l’orario migliore è la sera alquanto tardi..leggibile dai nottambuli e dai mattinieri.Poi esistono blogger collegati,per anzianità di blog,per appartenenza a una categori o altro,i quali si commentano abitualmente tra di loro,i commenti diventano una forma di saluto giornaliero.Un altro fattore che incrementa le visite e i commenti a un blog è l’essere tra i blog più votati o commentati.Questo per esperienza diretta.Ma entrare nei più commentati .(dei più votati il meccanismo nn l’ho ancora studiato)accade generalmente se si posta a inizio settimana,a fine settimana un post dovrebbe ricevere molti commenti ravvicinati.Da lì i commenti e le visite vanno avanti.Un altro modo che incrementa il commento è il commentare…le visite si rendono no?e poi cmq c’è la curiosità di vedere chi ci ha commentato.Già ci sono letore di anonimi,,,almeno vediamo con chi abbiamo a che fare.Ah un’altra cosa che ho notato è l’identità di stile…ci sono blog in cui leggere il primo o l’ultimo post cambia poco…diversi si ma alla fine tutti uguali.Due blog estremamente eclettici invece sono per esempio,in due modi diversi sedano e blackout,che riescono a passare con facilità da un tono e da un argomento all’altro,sedano in modo un po più riposante,blackout con le sue scintille(ha guizzi che mi fanno sopportare le K alla sturmtruppen e i punti esclamativi a iosa che generalmente mi irritano) Invece tra i piacevole letterariamenet parlando ,Noti Phoebe e gaia scrivono veramente bene…i loro raccontini sono sempre piacevoli epoi…forse meglio coi commenti,,quelli spiacevoli potrebbero ferire,quelli positivi…beh in fondo anche ferire essi ed allora manteniamo i segreti dell’isola che non c’è.Mi ersta la curiosità del mio 33.33 periodico giornaliero

UNA DOMENICA….DA CANI

SCAMPATA TRAGEDIA!!Stamani alla porta si è sentito raspare questo botolo ed è tornato il sorriso dopo una serata di pianti e di affannosi tentativi di consolazione.Daltronde come non capire la mia piccola? Solo la settimana scorsa si è verificato un lutto.Whisky ,un micetto raccolto per strada ,cieco da un occhio e proprio gracile, non ce l’ha fatta.E dopo una giornata passata a cercare di fargli mangiare qualcosa,a coccolarlo,a telefonare a Matteo per chiedere cosa si può fare(beh di questo nn sono responsabile e a Matteo.che poi è il veterinario del mio zoo casalingo e non in qualche modo dovrà pure sdebitarsi direttamente con la sua piccola aiutante in zona…passa sempre a prenderla ,soprattutto se i suoi clienti sono cani o cavalli ,quando viene da queste parti,e nn sono tanto certa sia in nome dell’amicizia…sembra Sim abbia un dono particolare nel tenere tranquilli gli animali) Cmq torniamo alla tragedia sfiorata. Papà e figlioletta ,mentre mamma va in ospedale come succede giornalmente nelle ultime settimane per la suocera più gesso che donna, (scherzo…non prendetemi per una senza cuore) …dicevo papà e prole vanno a fare un giretto a cavallo:Di solito quando usciamo a cavallo Moowglie e Globo vengono sempre,mentre Black,che è l’ultimo arrivo,un…mamma lo prendiamo…resta piccolo!!! Solo che , tanto per cambiare convintami, e accompagnatala a prendere il suo botolino…ho scoperto che è un labrador…beh ormai….l’unico problema è che se entra qualche altro animale in casa devo cambiare il divano…troppo piccolo!!E non capisco come mai,con tutto il dire che i cani hanno bisogno di spazio…con un giardino dietro casa un cortile davanti più tutta la terra,noi abbiamo trovato tutti cani nettamente casalinghi…per smuoverli da casa …..e dal divano ovvio…ce ne vuole.Ma che dispersiva stamani.Dicevo questa volta battesimo di Black.Solo che a un certo punto …drinnn..black è arrivato? No,perso? Ok io prendo l’isuzu e faccio il giro della langa passando dalla strada dell’acquedotto,voi rifate il giro all’indietro.Nulla. A chiedere come idioti a Globo…dai Globo…dove è Black? Eppure è sparito vicino a casa…viene buio,beh proviamo ancora a fare un giro con la pila,ma vi rendete conto? beh dico così ma dire andiamo a casa e vediamo è stato duro persino per un cuore d’acciaio come il mio. E rintuzzare el autoaccuse…è colpa mia…è piccolo,,,dovevo lasciarlo a casa…e stanotte dove dorme e cosa mangia?Insomma confesso che all’una stanotte sono ancora uscita con la pila a urlare piano sussurando…Black??? teh Black… E poi stamani alle 6 era alla porta….